Salone del mobile 2012


Salone del mobile 2012

Grande successo malgrado la crisi economica per l'appuntamento più importante dell'anno dedicato agli operatori del settore dell'arredo. Il Fuorisalone anima Milano con tante mostre ed eventi di caratura internazionale.

E anche quest'anno i Saloni non hanno deluso. In barba alla crisi del debito, allo spread, all'andamento schizofrenico dei mercati azionari, la Fiera Milano ha visto ancora un aumento dei visitatori per il più importante appuntamento nazionale dedicato all'arredo della casa e non solo. 331.649 i visitatori, di cui circa trecentomila operatori del settore, per un incremento percentuale di tre punti e mezzo rispetto all'edizione dell'anno scorso, che era peraltro quella del cinquantenario.

Ben 188.579 gli operatori esteri, che hanno visto l'aumento più robusto (+5,9%), e inoltre sono da ricordare i 6.484 operatori della comunicazione, di cui 5.725 giornalisti internazionali. Un risultato che non ha mancato di soddisfare il presidente di Cosmit Carlo Guglielmi, e che è figlio della qualità delle proposte e soprattutto, va ricordato, della capacità dei Saloni di integrarsi fra di loro e offire ai visitatori da tutto il mondo una pletora impressionante di iniziative culturali, artistiche, gastronomiche.

2700 espositori

Gli espositori dei vari Saloni - il Salone Internazionale del Mobile, il Salone Internazionale del Complemento d'Arredo, il SaloneSatellite e le varie biennali: Salone Internazionale del Bagno, il Salone Internazionale dei Mobili per Cucina e infine Eurocucina - sono stati circa 2700, per un'offerta senza pari capace di assecondare le nuove tendenze ma senza dimenticare il deisgn tradizionale.

Particolarmente significativa la presenza di operatori da paesi che stanno attraversando una crescita economica notevole come il Medio Oriente o il Brasile, che con le sue migliaia di buyers rappresenta uno dei mercati più interessanti per il design italiano.

Il motore dell'arredo

I Saloni possono oggi essere considerati il vero motore dell'economia italiana nel settore dell'arredo: un appuntamento di primo piano a cui hanno presenziato autorità e istituzioni, a testimoniare che le speranze della ripresa puntano anche e soprattutto su questo settore del design italiano.

Il presidente della Regione Lombardia Roberto Formigoni, il Sindaco di Milano Giuliano Pisapia, tanti ministri (da Corrado Passera ad Anna Maria Cancellieri) fino allo stesso premier Mario Monti hanno voluto partecipare a questa esposizione dedicata a un settore che, a oggi, rappresenta il 3% del prodotto italiano.

Il successo del Fuorisalone

Ma il segreto del successo dei Saloni sta anche nelle manifestazioni "esterne" organizzate a Milano in parallelo alla fiera, il Fuorisalone che ha trasformato il capoluogo meneghino in un vivacissimo contenitore di mostre, happening, manifestazioni, appuntamenti, dimostrando ancora una volta come la metropoli non abbia nulla da invidiare alle grandi capitali europee quando c'è il made in Italy da promuovere. Fra gli eventi più apprezzati, Design Dance al Teatro dell'Arte, librocielo alla Biblioteca Pinacoteca Accademia Ambrosiana, la mostra MonteNapoleone Design Experience by Citroën. AUTO-MOBILI.

Copyright © 1996-2010 Genesi S.r.l. | Partita IVA 01680570676 - Cap. Sociale € 10.000,00 i.v. REA TE 143874