Arte povera


Cucina arte povera

L'arte povera diventa espressione di un ritorno alla tradizione.

Sempre più italiani scelgono di arredare le proprie case e le cucine con mobili in arte povera. Il ritorno al passato, all'odore del legno e delle confetture di frutta, al candore della biancheria per la casa e ad uno stile di vita meno frenetico e più genuino.

La casa ereditata dai genitori o dai nonni si trasforma quasi in un santuario in cui esporre gli oggetti più cari del passato.

Vecchi orologi da parete, le vetrine e le credenze intarsiate e restaurate con maestria o fatte realizzare su misura da artigiani del legno ritornano a splendere nelle cucine rustiche, da vivere insieme alla famiglia.

Arte povera ma bella

Osservando i grandi tavoli in legno scuro realizzati in arte povera, torna alla mente il famoso quadro di Van Gogh conosciuto come I mangiatori di patate. La dignità di quei volti seduti a desinare attorno a quel tavolo ha una forza che viene dalla grande dignità dei contadini di allora. E forse sta proprio in quel sentimento genuino la bellezza dei mobili in arte povera.

Cucina rustica

La creatività in cucina è tutto, ma nessuna ricetta può essere creata senza conoscere i piatti della tradizione. Una bella cucina rustica è il luogo ideale in cui preparare prelibati piatti della tradizione locale e regionale, reinterpretandoli.

L'arte del legno

L'Italia è da sempre patria di abili artigiani del legno. Di generazione in generazione, hanno tramandato l'arte di intagliare e costruire mobili e suppellettili, diventando dei maestri a livello internazionale. Anche l'arte povera è emanazione di questo grande valore e di questa importante tradizione.

Copyright © 1996-2010 Genesi S.r.l. | Partita IVA 01680570676 - Cap. Sociale € 10.000,00 i.v. REA TE 143874